Close GalleryQuesto sito utilizza i cookies per migliorare l’esperienza degli utenti. Usando Triennale.org accetti l’uso dei cookies. Scopri di più qui.

Triennale di Milano

 

Archivi1947. VIII Triennale di Milano Esposizione internazionale delle arti decorative e industriali moderne e dell'architettura moderna [L'abitazione]

Filtra
viii-copia_4x3.jpg

Durante i bombardamenti alleati su Milano il Palazzo dell’Arte fu gravemente danneggiato, in quanto sede degli ufficiali dell’armata tedesca e base di una postazione di contraerea.

Il ripristino dell’edificio fu reso possibile grazie all’intervento del comune di Milano e alla nomina di Piero Bottoni commissario straordinario della Triennale da parte del comando generale alleato.

L’ottava Triennale si aprì in condizioni di particolare difficoltà dovuta al clima economico e sociale dell’immediato dopoguerra e si dedicò al tema della ricostruzione, sia dal punto di vista dell’alloggio sia da quello dell’arredamento di produzione in serie.

L’impresa di maggiore impegno di questa Triennale fu la realizzazione, in accordo col Comune, del QT8 (Quartiere Triennale 8 o Quartiere sperimentale), la cui idea venne ripresa dall’architetto Piero Bottoni da un progetto già pensato negli anni ’30 con Giuseppe Pagano e Mario Pucci. Nella progettazione del quartiere vengono coinvolti numerosi architetti italiani tra cui Pietro Lingeri, Vittoriano Viganò, Marco Zanuso, Ernesto Nathan Rogers.